State buoni , Se potete - San Filippo Neri ...

State buoni , Se potete - San Filippo Neri ...
State buoni , Se potete - San Filippo Neri ... Tutto il resto è vanità. "VANITA' DELLE VANITA '> Branduardi nel fim - interpreta Spiridione. (State buoni se potete è un film italiano del 1983, diretto da Luigi Magni, con Johnny Dorelli e Philippe Leroy).

martedì 25 ottobre 2011

GIROBLOGGANDO "Verdirosi"

Artista veramente originale, ho conosciuto qualche sua opera una trentina di anni fa' (da qualche parte ho una foto in bianco e nero dell''Arlecchino).
Maestro  acuto, profondo, un'artista che ti fa pensare al tempo, alla vita al presente !!! al tempo che passa e va ...
 Ma come recita IL LIBRO DEL Qoeleth(A.T.)
 >>Vanità delle vanità >>> 
 Vai cercando qua, vai cercando là ... tutto il resto è vanità"........

  Chi è Verdirosi!

>>> TUTTARTEONLINE <<<

Il povero Cristo di U.Verdirosi

Il materiale contenuto in questo post, appartiene ai rispettivi autori.
  E'vietato un qualsiasi utilizzo  senza citarne la fonte.
Tutte le iniziative di questo sito sono completamente GRATUITE
e servono ad arricchirela nostra conoscenzae  la cultura ....... dell'anima .

Pittore, scultore, attore, poeta?

IMMAGINE >>>  DIMENSIONEARETE <<<

IMMAGINE  http://www.fmdm.org.au/about/francis.html

Padre siciliano, madre veneta, figlio d’arte. Pittore, scultore, attore, poeta. Formazione classica. Autodidatta. E’ nella sua giovinezza in molteplici compagnie teatrali. A 20 anni forma un suo teatro tenda con compagnia propria che condurrà fino agli anni ‘60 per poi abbandonare e dedicarsi totalmente non più al teatro e alla regia, ma solo all’arte pittorica. Dipinge chilometri di tele. Ha a suo carico quarant’anni di attività artistica ininterrotta. Le sue opere si trovano in Europa e in America: dal Canada alla Florida, dalla Nuova Zelanda all’Australia. Espone all’Export Art di New York. E’ presente a Miami e in Sarasota (Florida). Ha esposto in quasi tutte le città italiane. Ha avuto gallerie: in Fiuggi, in Chianciano, in Spoleto, in Assisi. E’ in permanenza a Orvieto e in Roma con le sue gallerie personali. E’ critico d’arte. A suo attivo presentazioni molteplici ai colleghi pittori. Quattro libri pubblicati in bilingue sono presenti sempre alle sue esposizioni. Arnoldo Foà, Vittorio Vettori, Diego Fabbri presentano negli anni ottanta il libro “Shakespeare di Verdirosi” alla libreria Remo Croce in Roma. Nell’anno 1998 alla basilica di San Paolo (fuori le mura), la moglie del Governatore Fazio è madrina della grande mostra di cento opere esposte dal maestro nella sala Barbo del Chiostro della basilica. Umberto Verdirosi è maestro di se stesso (e pessimo scolaro), spirito libero, rinnovatore dell’arte contemporanea: si definisce moderno ma non modernista. La sua arte, la sua tematica, i suoi simbolismi, il suo slogan: “l’arte intesa come messaggio”, il suo manifesto, presentano un artista libero da preconcetti e da mistificazioni pittoriche. Le sue mostre colgono sempre il plauso dei giudiziosi e della moltitudine.
Biografia di Umberto Verdirosi

La mia favola non l'ho scritta io... L'ha scritta la vita. Siate consapevoli che voi ne siete gli attori, io vi ho solo dipinto... Chi è Verdirosi? Io sono il mio mondo: quello che vedete. Le mie tele camminano sulla terra e volano nel cielo, diventano il palcoscenico dei miei pensieri dipinti, recitano una favola che è trascendenza: quella del mistero vissuto, del nascosto, dell'osservatore, dell'osservato, dell'altro, del nulla, del tutto. Celebro me stesso!... Cosa vuole dire la sciarpa? E' una filosofia, un sigillo, una firma, una "V" rovesciata, dice Verdirosi: è la ricchezza del povero, è luce nel buio, è l'anima del quadro, unisce il Non-Essere all'Essere e la materia al cielo. Cosa trova Verdirosi? Trova "l'Altro", trova l'umanità, trova le maschere della vita, trova: il Testimone. Chi è il vecchio di Verdirosi? E' l'eterno diogene, è l'uomo che cerca, è l'uomo indefinibile, è il seme della grande quercia, è l'albero che parla... E' l'uomo che non si accontenta dell'io sono, ma bussa di continuo alla porta del trascendente: deve trovare il "Se", è un suo antico diritto di nascita perchè "Lui" è l'eterno viandante sulle strade del mondo.

Tratto-dalla-pagina web >>> http://www.arsvalue.com/webapp/artista/12801759/umberto-verdirosi.aspx

Verdirosi visto da Verdirosi
Dal sito web >>> http://www.tuttarteonline.it/cartelle/RUBRICHE2/Grandidellarte/Rubriche2010/Verdirosi/2.htm
Per Cl@
Questa sopra potrebbe essere una bellissima immagine
per l'apertura di un BLOG.
Ciao da GiuM@

Nessun commento:

Posta un commento

... ROSES & ESPINE..