State buoni , Se potete - San Filippo Neri ...

State buoni , Se potete - San Filippo Neri ...
State buoni , Se potete - San Filippo Neri ... Tutto il resto è vanità. "VANITA' DELLE VANITA '> Branduardi nel fim - interpreta Spiridione. (State buoni se potete è un film italiano del 1983, diretto da Luigi Magni, con Johnny Dorelli e Philippe Leroy).

martedì 23 gennaio 2018

Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane, di gente che ama gli alberi e riconosce il vento...


Prendi il largo

La semplicità di vivere secondo Franco Arminio

Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane, di gente che ama gli alberi e riconosce il vento.
Bisognerebbe stare all’aria aperta almeno due ore al giorno. Ascoltare gli anziani, lasciare che parlino della loro vita. Costruirsi delle piccole preghiere personali e usarle. Esprimere almeno una volta al giorno ammirazione per qualcuno.
Dare attenzione a chi cade e aiutarlo a rialzarsi, chiunque sia. Leggere poesie ad alta voce. Far cantare chi ama cantare.
In questo modo non saremo tanto soli come adesso, impareremo di nuovo a sentire la terra su cui poggiamo i piedi e a provare una sincera simpatia per tutte le creature del creato”.
E’ probabile che nei vostri percorsi virtuali vi siate imbattuti in questa citazione, e che l’abbiate, giustamente, cerchiata in rosso. E’ molto bella, vera, e speciale è chi l’ha scritta, Franco Arminio,  poeta, scrittore nonchè paesologo, come si definisce lui.
Ecco, giusto per dirvi che Franco Arminio potremo incontrarlo e ascoltarlo di persona il prossimo 11 marzo a Romena. Sarà tra gli ospiti del nostro convegno “Semplicemente vivere” che si svilupperà nell’arco di una giornata, da mattina a sera..
Presto vi daremo altri ragguagli. Intanto questo nome. Un primo, ottimo motivo, per venirci a trovare quel giorno.

Ti auguro tempo ❄️ non ti auguro un dono qualsiasi ti auguro soltanto quello che o più non hanno...

Ti auguro tempo... 
Immagine :francescaceccherini.blogspot.it
Ti auguro tempo
Non ti auguro un dono qualsiasi,
ti auguro soltanto quello che i più non hanno.
ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;
se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa.

Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare, non
solo per te stesso,ma anche per donarlo agli altri.
ti auguro tempo, non per affrettarti a correre,
ma tempo per essere contento.

Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perché te ne resti:
tempo per stupirti e tempo per fidarti
e non soltanto per guardarlo sull’orologio.

Ti auguro tempo per toccare le stelle
e tempo per crescere, per maturare.

Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.
Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo per trovare te stesso,
per vivere ogni tuo giorno , ogni tua ora come un dono.

Ti auguro tempo anche per perdonare.
Ti auguro di avere tempo,
tempo per la vita.
Ellie Michler
                                      fonte  romenablog
                                       Luca Mauceri  Ti auguro tempo Ellie Michler 20150818_090500

E’ uno spazio che chiunque voglia può vivere da noi per una o due settimane, per incontrare se stessi e gli altri, per ascoltare la natura, per prendere contatto con i propri bisogni più veri.
Questa foto è stata scattata stamani, durante il momento di preghiera che apre ogni giornata. Il resto sarà pura semplicità: un po’ di lavoro, tanti momenti di incontro e di convivialità, e molte finestre aperte sulla bellezza di ciò che abbiamo intorno, quando riusciamo a guardarlo.
Stamani era bello anche solo assistere alla calda atmosfera che sprigiona questo stare insieme. Mi ha fatto sentire il profumo della vacanza vera, che inizia quando ci separiamo davvero da ciò che non è essenziale, e invece ci rendiamo presenti con la mente e il cuore con noi stessi e con chi amiamo.
Questo stile di stare insieme assomigliava a una poesia di Ellie Michler che mi ha fatto conoscere Luca Mauceri, e che si intitola “Ti auguro tempo”. In questi giorni di agosto, giorni in cui gli spazi e i tempi dedicati a noi possono dilatarsi, mi piace dedicarvela…
 Posted on 18 agosto 2015 by 
Noi abbiamo vissuto la fraterintà dal 10 al 17 Agosto
sotto scriviamo tutto.
>>> Esperienza che vi riporta alla vita.
 Isabella & Giuliano

sabato 20 gennaio 2018

L'Amore Inatteso


LA FEDE VIENE DALL'ASCOLTO DELLA PREDICAZIONE

UN FILM DA NON PERDERE E VEDERE CON TUTTA LA FAMIGLIA
 (QUI IL TRAILER https://youtu.be/K70FnYTtsFA).
LA STORIA DI UN INCONTRO CON IL SIGNORE CHE CAMBIA LA VITA. E SOLO IN VIRTU' DELL'ASCOLTO DI UNA PREDICAZIONE. CORAGGIO, GUARDATE QUESTO BEL FILM E NON TEMETE DI ASCOLTARE ANCHE VOI UNA PREDICAZIONE NELLA VOSTRA PARROCCHIA, DI MANDARE I VOSTRI FIGLI, PARENTI, AMICI. SOLO LA FEDE VINCE IL MONDO...

DAL 21 MARZO al cinema, diretto da Anne Giafferi e distribuito da Microcinema.

Antoine è un brillante quarantenne. Sposato con Claire, padre di due figli, conduce una vita agiata in una Parigi illuminista e intellettuale. In seguito ad un colloquio con l'insegnante del figlio Arthur, Antoine inizia a frequentare, senza alcuna convinzione, la catechesi di una parrocchia. Poco alla volta quegli incontri, dopo la derisione e lo scetticismo iniziale, per Antoine diventano indispensabili per raggiungere un nuovo equilibrio e una nuova serenità.
Il percorso intrapreso modifica le relazioni con i suoi familiari e amici: in un ambiente in cui il tema religioso non è argomento di discussione, affrontarlo significa sottoporsi a un misto di commiserazione divertita e critica feroce.
Antoine si ritrova così a partecipare segretamente agli incontri bisettimanali di catechesi, sotto lo sguardo attonito e sospettoso della moglie Claire. L'unica a non giudicarlo sembra essere sua sorella Hortense, anima sensibile alle prese con le sue difficoltà personali, soprattutto affettive.
Nonostante la comune disapprovazione, Antoine continua senza enfasi e senza aspettative il suo percorso e così trova un amore inatteso: Dio. Trova la fede e ritrova se stesso in un semplice abbraccio con il figlio, riuscendo nel tempo anche a ricostruire i rapporti difficili con il padre e il fratello Alain.

Il momento migliore per ogni nuovo inizio è 0ra...



BUSSA ALLA PORTA


Bussa alla porta
L’idea del presente
Che vuole mostrare
Il diamante che porta con sé
Brilla, brilla che è uno splendore
Non c’è trucco ne inganno
Il diamante è puro
Dice l’esperto
Che in passato ha goduto
Di tale bellezza
Ne ha apprezzato ogni angolo
Ogni sfaccettatura
Ogni spigolo
Ed ora vuole darti qualche consiglio…
“Quando un diamante bussa alla tua porta
Accetta il dono
Purché tu sappia cosa fare…
Se ascolti il tuo cuore
Non puoi negare
La purezza di questa meraviglia
Che porta con sé un presente
Di speranza
Da cogliere al volo”
Quindi non esitare
Prendi il diamante
E fanne tesoro
Metti da parte paure e timori
Goditi appieno questa occasione
Che possa aprire altre porte
Piene di diamanti
Che permettano alla tua vita di brillare.

venerdì 19 gennaio 2018

Preghiera

In occasione della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, che si svolgerà dal 18 al 25 gennaio, vi proponiamo una breve meditazione di Dietrich Bonhoeffer, teologo e pastore luterano.

Dio non si vergogna della bassezza dell’uomo, vi entra dentro (…) Dio è vicino alla bassezza, ama ciò che è perduto, ciò che non è considerato, l’insignificante, ciò che è emarginato, debole e affranto; dove gli uomini dicono “perduto”, lì egli dice “salvato”; dove gli uomini dicono “no”, lì egli dice “sì”.

Dove gli uomini distolgono con indifferenza o altezzosamente il loro sguardo, lì egli posa il suo sguardo pieno di amore ardente e incomparabile. Dove gli uomini dicono “spregevole”, lì Dio esclama “beato”.

Dove nella nostra vita siamo finiti in una situazione in cui possiamo solo vergognarci davanti a noi stessi e davanti a Dio, dove pensiamo che anche Dio dovrebbe adesso vergognarsi di noi, dove ci sentiamo lontani da Dio come mai nella vita, proprio lì Dio ci è vicino come mai lo era stato prima.

Lì egli vuole irrompere nella nostra vita, lì ci fa sentire il suo approssimarsi, affinché comprendiamo il miracolo del suo amore, della sua vicinanza e della sua grazia.


mercoledì 17 gennaio 2018

l’uso del Vangelo può creare dipendenza ⚠️ATTENZIONE⚠️



⚠️ATTENZIONE⚠️


“Scelgo di vivere per scelta e non per caso. 
 Scelgo di fare dei cambiamenti, anziché avere delle scuse. 
 Scelgo di essere motivata non manipolata. 
 Scelgo di essere utile, non usata. 
 Scelgo l’autostima, non l’autocommiserazione. 
 Scelgo di eccellere, non di competere. 
 Scelgo di ascoltare la voce interiore, e non l’opinione casuale della gente. La scelta è mia.” 
(E. Caddy)

Davvero, in fondo, è sempre la mia scelta quella che conta. Posso aver vissuto esperienze distruttive o incantevoli, posso aver buttato la vita o averla fatta fruttare al massimo, il passato può essere intriso di lacrime o di sorrisi…ma quello che oggi voglio essere, posso ancora sceglierlo, perché se non lo faccio io, qualcuno lo farà per me.
Io per gran parte della mia vita non ho scelto, ha lasciato alla vita di scegliere, poi è giunto un momento in cui ho sentito sempre più urgente seguire il mio cuore, ascoltare ciò che dentro spingeva. A volte semplicemente è stato scegliere un sapore piuttosto che un altro, a volte uno stile di vita, a volte ciò in cui credere e quale strada percorrere per raggiungere ognuna di queste cose.
Ad ogni risveglio sarebbe utile scegliere come iniziare. 
Chi ben comincia è già a metà dell’opera!
Fr a Giorgio Bonati 

martedì 16 gennaio 2018

il presente

Attachment.png

www.romena.it


Bussa alla porta

L’idea del presente

Che vuole mostrare 

Il diamante che porta con sé 

Brilla, brilla che è uno splendore

Non c’è trucco ne inganno

Il diamante è puro

Dice l’esperto 

Che in passato ha goduto

Di tale bellezza

Ne ha apprezzato ogni angolo

Ogni sfaccettatura 

Ogni spigolo 

Ed ora vuole darti qualche consiglio…

“Quando un diamante bussa alla tua porta

Accetta il dono

Purché tu sappia cosa fare…

Se ascolti il tuo cuore

Non puoi negare

La purezza di questa meraviglia

Che porta con sé un presente 

Di speranza

Da cogliere al volo”


Quindi non esitare 

Prendi il diamante 

E fanne tesoro

Metti da parte paure e timori

Goditi appieno questa occasione 

Che possa aprire altre porte 

Piene di diamanti 

Che permettano alla tua vita di brillare.

Simon Arrighi

/simonarrighi.wordpress.com

Attachment.png

il giornalino di Romena


il silenzio

Esiste qualcosa di più grande e più puro rispetto a ciò che la bocca pronuncia.
Il silenzio illumina l’anima, sussurra ai cuori e li unisce.
Il silenzio ci porta lontano da noi stessi, ci fa veleggiare nel firmamento dello spirito, ci avvicina al cielo.
Ci fa sentire che il corpo è nulla più che una prigione, e questo mondo è un luogo d’esilio.

Kahlil Gibran